Monthly Archives:

settembre 2016

Texas style baby ribs

Non so voi ma io quando comincia a fare freddo non ho più voglia di uscire la sera, gli amici mi piace vederli a casa, dove possiamo chiaccherare con calma, non in un ristorante con la confusione, dove appena finito di cenare non vedono l’ora di mandarti fuori.

Anche se spesso si finisce per ordinare una pizza è lo stare insieme che mi piace e allora, quando posso, preparo qualcosa di diverso dal solito qualcosa che ci permetta di stare intorno ad un tavolo a chiaccherare per ore.

Non vi nascondo che però a volte  li uso come assaggiatori. Sono gli  amici di una vita, di quelli che se una cosa fa schifo te lo dicono senza mezze misure e tu non ti offendi perchè sai che è la verità quella che vuoi e non complimenti inutili, quindi se mi vengono strane idee li avviso e loro vengono in mio aiuto.

costine-le-creuset-aperto-1

In questo periodo mi sto “specializzando” in piatti a lunga cottura, quelli che rendono la carne morbida e succolenta, perfetta per essere accompaganta da una bella polenta calda.

Questa volta ho voluto provare a fare delle costine con la mia nuova casseruola di ghisa Le Creuset, me la sognavo da tanto e ora finalmente posso cucinare brasati, stufati e minestre in modo sublime.

La ghisa tiene benissimo il caldo, è perfetta per le cotture lente sia in forno che sul fuoco oltre che essere strepitosa per cuocere il pane.

costine-le-creuset-1

Oggi ho cucinato delle baby ribs, delle costine piccole e molto carnose, con verdure e pomodori, a noi sono piaciute molto, vi posso solo dire che mio marito si è finito quelle avanzate con lo spuntino di mezzanotte.

costine-le-creuset-pp-1

Il bello di queste cotture lente  è che avrete tanto tempo per preparare voi e la casa in attesa degli ospiti senza dovervi preoccupare della cena.

costine-le-creuset-primo-piano-1

Print Recipe
Texas style baby ribs
Piccole e succolenti baby ribs, cotte lentamente in una salsa di peperoni, pomodori e birra scura
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 3 ore
Porzioni
porzioni
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 3 ore
Porzioni
porzioni
Istruzioni
  1. Accendete il forno a 160°. In una ciotola mescolate la farina con 1 pizzico di sale, del pepe, la allspice. Passate le costine nella farina, scuotete l'eccesso e tenete da parte. Tenete da parte anche 1 cucchiaio di farina e spezie. In una grande casseruola di ghisa mettete il burro e l'olio, fate scaldare, metteteci le costine e fatele dorare bene su tutti i lati a fuoco alto. Toglietele dalla pentola e mettetele in un piatto. Abbassate la fiamma, aggiungete nella pentola la cipolla a fettine sottili, i peperoni a rondelle, fate stufare nel condimento per 5 minuti mescolando spesso. Aggiungete il cucchiaio di farina tenuto da parte , stemperatelo bene. Unite il sedano a pezzetti, lo zucchero di canna, le altre spezie, poi la birra e fate evaporare un po' l'alcool, unite i pomodori e le costine. Coprite con un coperchio e mettete in forno a 160° per 3 ore controllando la cottura dopo un paio d'ore. ( dipenderà dalla grossezza delle ribs). L'ultimo quarto d'ora togliete il coperchio e fate asciugare il sugo. Prima di servire togliete il grasso in eccesso che si sarà formato.
Recipe Notes

Servite con polenta calda o un buon purè di patate e una birra .

Se non avete la Allspice potete sostituirla con un mix di cannella, noce moscata, chiodi di garofano in uguale quantità.

Condividi questa Ricetta
 

 

 

Cake cioccolato e arance

Al supermercato cominciano a fare capolino arance e mandarini, adoro il loro colore, l’arancio intenso e caldo dei mandarini, le mille righe delle fette di arancia con le sfumature che vanno dall’arancio al rosso scuro,  insieme alle prime castagne sono  il segno che ormai l’autunno è arrivato, le fresche insalate lasciano spazio a piatti più calorici e i gelati a dolci dai gusti più decisi.

cake-cioc-arancia-stampo-1

Per me oggi un dolce al cioccolato e arance ma con un tocco di liquore per scaldare le fredde serate. ( scherzo non si sente , ma se vi piace più alcoolico nulla vieta di aumentare la dose di liquore).

Print Recipe
Cake cioccolato e arance
Morbido cake con pezzetti di cioccolato e arance candite, aronatizzato da un goloso sciroppo alle arance e Cointreau
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Porzioni
fette
Ingredienti
Per lo sciroppo d'arancia
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Porzioni
fette
Ingredienti
Per lo sciroppo d'arancia
Istruzioni
Per il cake
  1. Montate, con una frusta elettrica, il burro morbido con lo zucchero, aggiungete la scorza grattugiata di 3 arance, poi, abbassando la velocità al minimo, unite 4 tuorli e il succo di 1 arancia. Setacciate la farina con il lievito e il sale e aggiungetela al composto alternandola con lo jogurt. Per ultimo incorporate gli albumi montati a neve ben ferma. Aggiungete i pezzetti di cioccolato e la scorza candita a pezzettini. Mettete in uno stampo da plumcake di almeno 26 cm e cuocete in forno a 180° per circa 60 minuti. Provate con uno stecchino la cottura del dolce. Quando sarà cotto lasciatelo raffreddare bene nello stampo.
Sciroppo all'arancia
  1. Per lo sciroppo portate ad ebollizione il succo di 2 arance, di 1 limone e lo zucchero . Quando lo zucchero si sarà ben sciolto e il composto avrà cominciato a bollire spegnetelo ed aggiungete il liquore. Bucate il cake con uno stecchino, poi versate lo sciroppo sul dolce, poco per volta finchè sarà assorbito. Coprite il dolce con della pellicola e fate riposare per 12 ore .
Recipe Notes

Lo sciroppo d'arancia può sembrare troppo ma servirà ad ammorbidire il dolce. Versatelo in più riprese e fatelo assorbire pe bene lasciando il dolce nello stampo.

Condividi questa Ricetta
 

Io adoro l‘accostamento cioccolato-arance , mi piace in tutte le sue forme, qui fanno coppia in un dolce ottimo per un tè delle 5 o un fine cena.

cake-cioc-arancia-fette-1

Sapete già che non so resistere ad un nuovo stampo da dolci e oggi ho risolto molti problemi di spazio con questo stampo Plumcake con bordo rigido  della Pavonidea che è collassabile, si piega cioè e occupa pochissimo spazio, ma avendo un bordo rigido ha anche una perfetta stabilità e può essere spostato anche pieno senza nessun rischio di rovesciare l’impasto.

cake-cioc-arancia-taglio-1

pavonidea_pieno

 

Trancetti alle mele per il ritorno a scuola

I miei figli ormai sono grandi, Il primo va all’università, la seconda è alle superiori e ad essere sincera un po’ mi mancano i preparativi per la scuola.

I libri da ricoprire, le copertine colorate per le varie materie. la scelta dell’astuccio e del diario. Il grembiulino pronto stirato con il fazzolettino in tasca come faceva la mia mamma con me.

ma una cosa che per fortuna ancora non è cambiata è la voglia della mernda. Per quella c’è sempre tempo.

Anche se nel resto d’Italia il tempo è ancora bello e caldo, qui da me le temperature si sono già abbassate parecchio quindi la voglia di dolci più autunnali si fa sentire prepotentemente.

tranci-mele-nocciole-alzata-1

Anche i miei ragazzi hanno meno voglia di gelato e più di torta di mele, quindi io e Giulia abbiamo pensato di preparare dei trancetti di farro e mele con una copertura di crumble alle nocciole , ottimi per colazione o merenda, ma scaldati e con una pallina di gelato alla vaniglia o cannella sono perfetti per finire il pasto.

tranci-mele-1

La farina di farro rende la frolla molto delicata e friabile, mentre le nocciole danno quel tocco di croccante che ben si accosta alle morbide mele.

Print Recipe
Trancetti alle mele e nocciole
Trancetti di pasta frolla al farro con un dolce ripieno di mele, uvetta e cannella ricoperti con un crumble di nocciole tostate.
Tempo di preparazione 45 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Pasta frolla al farro
Farcitura alle mele
Tempo di preparazione 45 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Pasta frolla al farro
Farcitura alle mele
Istruzioni
Pasta frolla al farro
  1. In una ciotola mettete la farina di farro e il burro a pezzetti ben freddo, con la punta delle dita cercate di incorporare la farina al burro fino a formare delle grosse briciole, aggiungete il miele sempre impastando e le uova, fino ad ottenere un impasto sodo. rovesciatelo su una spianatoia ed impastate bene, fino ad ottenere un panetto sodo. Coprite con pellicola e mettete in frigo per almeno 30 minuti.
Ripieno di mele
  1. Tagliate le mele a tocchette piccoli , mettetele in una padella con lo zucchero, l'acqua e la cannella. Fate cuocere finchè le mele non cominciano ad ammorbidirsi, aggiungete l'uvetta ben strizzata e fate insaporire. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
Crumble di nocciole
  1. Prendete 150 g dell'impasto della frolla di farro, briciolatelo con le mani a pezzetti piccoli e unitelo alle nocciole tostate e tritate grossolanamente.
Trancetti
  1. Stendete 350 g di pasta frolla a circa 4 mm, foderate una teglia rettangolate di circa 30x35 cm, e rivestite anche i bordi per 1 cm almeno. Mettete le mele e distribuitele bene. Con il crumble di nocciole ricoprite le mele . Cuocete in forno caldo a 180° per 25 minuti circa, finche il crumble sarà ben dorato. Lasciate raffreddare nella teglia e tagliate a trancetti da freddo.
Recipe Notes

Potete anche servirlo come dolce di fine pasto facendolo intiepidire leggermente e servendolo con una pallina di gelato alla vaniglia o alla cannella.

Una spolverata di zucchero semolato sul dolce appena tolto dal forno, renderà la copertura ancora più golosa.

Condividi questa Ricetta
 

tranci-mele-nocciole-1

Questi sono anche gli ingredienti perfetti per giocare a Sei in cucina , quindi con questa ricetta partecipo a

Sei in cucina-la sfida degli ingredienti

sei-in-cucina

Gnocchi di patate con fonduta di gorgonzola e pere alla senape

Gli gnocchi di patate sono uno dei ricordi più belli di mia mamma in cucina insieme ai ravioli per Natale  e per questo voglio ringraziare Annarita de Il bosco di alici  vincitrice di luglio della sfida de Mtchallenge  che l’ha scelta e mi ha dato la possibilità di ripensare a tanti bei momenti.

gnocchi-fonduta-1

Fare gli gnocchi era una consuetudine, la  vedevo muoversi sicura,schiacciare le patate cotte rigorosamente  intere e con la buccia, schiacciarle sul tagliere di legno,impastare con dolcezza, tagliare con precisione i tocchetti e poi con la forchetta e un colpo di pollice preciso formarli, con una bella rigatura all’esterno e una fossetta all’interno per raccogliere il sugo.

Quando li preparava per tutta la famiglia erano rigorosamente al ragù o al sugo di pomodoro ( i miei preferiti) , quando invece papà non c’era allora ci si sbizzarriva con condimenti diversi, di solito qualcosa con il formaggio perchè papà non mangiava i formaggi e odiava il gorgonzola, quindi non era ammesso neppure  a noi di mangiarlo se lui era presente.

gnocchi-fonduta-assaggio-1

Questa versione quindi per me è una versione vietata da papà, ma molto amata in compenso dalla mamma.

Ho usato delle patate  Kennebec, ottime per fare gli gnocchi, sono molto sode e asciutte, così gli gnocchi richiederanno poca farina e terranno bene la forma.

gnocchi-fonduta-forchetta-1

Per dare un tocco in più ho imparato ad aggiungere dei cubetti di pera cotta con della senape in polvere che mi piacciono molto .

Print Recipe
Gnocchi di patate con fonduta di gorgonzola e pere alla senape
Morbidi gnocchi di patate avvolti in una vellutata crema di formaggio con dei cubetti di pera alla senape
Tempo di preparazione 90 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 90 minuti
Tempo di cottura 60 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Istruzioni
Gnocchi
  1. Lavate bene le patate con la buccia e cuocetele a vapore per circa 45 minuti se sono grandi ( dipende dalla grandezza delle patate) oppure provate finchè la forchetta entrerà facilmente nelle patate. Preparate un tagliere grande. Quando le patate saranno ben cotte, pelatele calde e passatele allo schiacciapatate, facendo una montagnetta sul tagliere. Con un tarocco o un cucchiaio cominciate ad incorporare la farina bianca fino a quando l'impasto comincerà ad essere consistente. Con questo tipo di patate io ho usato 150 g di farina per 1 kg di patate. Poi cominciate ad impastare con le mani, delicatamente, fino ad ottenere una pasta soda ma non dura. Formate dei rotoli di circa 1,5 cm di diametro e tagliateli a tocchetti di 2 cm circa. Spolverate man mano i tocchetti di pasta così che non si incollino tra di loro.
  2. Ora con i rebbi di una forchetta o con una tavoletta di legno rigapatate formate gli gnocchi premendo leggermete ogni pezzetto di pasta sulla forchetta ( o tavoletta) così da avere una fossetta all'interno e le righe all'esterno. Mettere a bollire una grande pentola con acqua salata.
Fonduta
  1. Per la fonduta tagliate a pezzetti il formaggio e mettetelo in una padella con la panna fresca ( deve essere liquida) o della crema di latte se preferite. Fate sciogliere a fuoco basso mescolando finchè il gorgonzola sarà completamente sciolto. Tenete al caldo.
Pere alla senape
  1. Tagliate le pere ben sode, meglio le Coscia perfette per essere cotte, a cubetti di circa 1 cm . In una padella fate fondere il burro chiarificato con la senape, quindi aggiungete le pere a pezzetti e a fuoco alto fate colorire su tutti i lati, senza farle cuocere troppo.
Finitura
  1. Quando l'acqua bolle versate gli gnocchi ( una o due porzioni per volta ) e aspettate che vengano a galla da soli, scolateli con una schiumarola e metteteli in una pirofila con parte della fonduta, intanto cuocete il resto degli gnocchi e fate la stessa cosa, versate tutta la fonduta sugli gnocchi, mescolate delicatamente per non romperli e cospargeteli con le pere cotte. Servite subito.
Condividi questa Ricetta

Non è una ricetta innovativa, non è una ricetta ricercata, non è una ricetta elaborata, ma è una ricetta della mia infanzia e a me questo basta.

gnocchi-fonduta-piatto-1

Con questa ricetta partecipo alla sfida N. 59  del MT challenge.

banner_sfidadelmese-59-sett-16

I miei chitarroni alla siciliana

Siamo quasi arrivati alla fine di questa  idea che ci ha fatto girare l’Italia reinerpretando sughi classici con formati di pasta differenti da quelli che la tradizione vorrebbe si usassero.

chitarrone-crudo-1

Per questa volta usiamo il chitarrone , uno spaghettone e come regione ospite la Sicilia .

Io ho scelto uno dei sughi preferiti a casa mia e approfitto delle stupende olive di Castelvetrano che la mia amica Cinzia mi ha mandato proprio qualche giorno fa dalla Sicilia per fare una pasta con olive, tonno e pomodori . Poi ci aggiungo un po’ di origano, sempre siciliano, che mi riporta a quella bellissima terra e alle amiche siciliane che non perdono occasione di farmelo avere.

chitarrone-cotto-forchetta-1

I miei chitarroni alla siciliana
 
Author:
Recipe type: Primo piatto
Cuisine: Siciliana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • Per 4 persone :
  • 500 g chitarrone
  • 160 g tonno sott'olio sgocciolato
  • 1 cucchiaio di capperini
  • 15-20 olive di castelvetrano o olive scure siciliane
  • origano secco
  • 400 g di passata di pomodoro ( meglio se fatta in casa)
  • olio d'oliva
  • peperoncino facoltativo
Spiegazione
  1. Preparate il sugo mettendo in una larga padella 1 cucchiaio di olio con la passata di pomodoro, appena si è un pochino ristretta aggiungete i capperi, il tonno sgocciolato e sminuzzato, le olive denocciolate.
  2. Portate a termine cottura il sugo cuocendo per 15-20 minuti, poi aggiugete un'abbondante presa di origano secco e a piacere un pizzico di peperoncino.
  3. Solo ora assaggiate e regolate di sale, le olive e i capperi sono già salati, questo eviterà di avere un sugo troppo salato.
  4. Cuocete la pasta per 5 minuti, scolatela e buttatela nel sugo caldo per 1 minuto, per finire la cottura ed insaporirsi bene.

chitarrone-cotto-1

Se vi piace ci sta bene anche un pizzico di peperoncino piccante o un giro d’olio piccante ma senza esagerare.

 

Ormai siamo alla settima tappa di questo gioco  quindi vi invito ad andare a vedere anche gli altri primi che ho preparato :

Pasta al fumè

Rigatoni con le pallotte

Maccheroni con la mollica

Fusilli alla carlofortina

Penne salsiccia e olive

Bucatini con le cime di rapa

 

My peanut butter cookies

Piano piano si torna alla normalità, finite le vacanze, si ricomincia il lavoro, i ragazzi tornano a scuola, le giornate si accorciano anche se per fortuna l’aria è ancora calda  e le mie ricette cominciano a diventare più caloriche.

Peanuts butter cookies -1

My peanut butter cookies
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Biscotti
Cuisine: americana
Porzioni: 12
Ingredienti
  • 250 g farina 00
  • 75 g zucchero semolato
  • 75 g zucchero di canna
  • 130 g burro morbido non sciolto
  • 1 uovo medio
  • 90 g burro d'arachidi
  • 5 g lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Per decorare :
  • cioccolato fondente sciolto
Spiegazione
  1. Mescolate in una ciotola il burro e gli zuccheri con una frusta elettrica finchè il composto sarà morbido e soffice.
  2. Aggiungete l'uovo e continuando a mescolare.
  3. Poi unite il burro di noccioline.
  4. Con un cucchiaio aggiungete il lievito setacciato con la farina ed il sale.
  5. Otterrete un composto abbastanza sodo.
  6. Con un porzionatore da gelato fate delle palline , mettetele su 2 teglie coperte di carta forno e cuocete a 170° 20-25 minuti o finchè cominceranno ad essere dorati sui bordi.
  7. Per i più golosi consiglio di decorarli con delle righe di cioccolato fondente fuso.

Oggi dei biscotti con burro d’arachidi che mi riportano alle vacanze in America. Un giro bellissimo tra California, Nevada e New York. Avrei voluto avere più tempo per potermi gustare tutto e non solo un assaggio di questi posti stupendi, ma spero di poterci tornare presto.

Peanuts butter cookies aperto-1

Per ora mi consolo con le foto, i ricordi e i sapori del nuovo continente.

Peanuts butter cookies mano-1

Due consigli, primo, se volete potete usare solo zucchero semolato se non avete lo zucchero di canna  e  secondo, non cuoceteli troppo, devono rimanere friabili.

Peanuts butter cookies ciocc-1

Per decidere se li preferisco con o senza cioccolato vado a farmi una tazza di tè e li riprovo, poi vi dirò la mia scelta.

 

Earl grey biscuits

Cosa c’è di più buono di un biscottino friabile da gustare con una buona tazza di tè al pomeriggio? Si lo so un sacco di altri dolci, ma io adoro la pasta frolla e tutti i suoi derivati.

Questi sono dei semplici biscottini di frolla aromatizzati al earl grey tea. Ma non sono durati neppure un giorno sul piattino in tavola, quindi direi che a casa nostra sono piaciuti molto.

tea biscuits primo p-1

Earl grey biscuits
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Biscotti
Cuisine: Internazionale
Porzioni: 24
Ingredienti
  • Per 24 biscotti di 5 cm diametro:
  • 240 g burro
  • 4 cucchiai di earl grey tea
  • 50 ml latte
  • 140 g zucchero
  • 335 g farina00 + 20 g
  • 1 uovo intero medio
  • 1 cucchiaino di pasta di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
Spiegazione
  1. Per prima cosa fate sciogliere il burro, aggiungete il tè in foglie ( se fossero troppo grandi sminuzzatele in un mixer) mescolate e mettete in frigo finchè il burro si sarà solidificato di nuovo .
  2. Scaldate il latte e mettete in infusione gli altri 2 cucchiai di tè per 5 minuti.
  3. In una ciotola mettete il burro a pezzetti, il sale, lo zucchero, la vaniglia e l'uovo, poi aggiugete il latte filtrato ormai freddo e per ultima i 335g di farina. Se l'impasto fosse troppo morbido aggiungete il resto della farina . Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e mettete in frigo per almeno 45 min.
  4. Stendete la pasta a 4-5mm di spessore e tagliate dei dischi di 5 cm di diametro.
  5. Cuocete in forno a 180° per 15 min.

Mio figlio ogni volta che passava dalla cucina ne prendeva un paio.

Io ho usato un Earl grey in foglie che mi ha regalato la mia amica Simona , ma se avete un tè in filtri che vi piace particolarmente potete usare quello, dovete solo aprire 2 bustine per mettere le foglie nel burro, per il latte invece vanno bene i filtri.

tea biscuits -1

tea biscuits tazze-1

Spero vi piaceranno come sono piaciuti a noi.