Monthly Archives:

febbraio 2017

Peanut butter cookies

Più passa il tempo è più mi rivedo in mia figlia. Una pausa dallo studio, una giornata storta, un momento felice si concludono con le mani in pasta.

Domenica pomeriggio, storia dell’arte da ripassare per la verifica e tra un pittore e un quadro la pausa si fa cuocendo biscotti da portare scuola domani.

Lei ama molto i cookies, i biscotti americani senza forme precise, in questo caso delle palline di pasta pressate con i rebbi della forchetta per formare le caratteristiche righe incrociate.

Print Recipe
Peanut butter cookies
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 9-10 minuti
Porzioni
biscotti
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 9-10 minuti
Porzioni
biscotti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Nella ciotola dell'impastatrice con la foglia o in un mixer, mescolate il burro morbido, il burro d'arachidi, i 2 tipi di zucchero finchè sarà morbido e ben amalgamato. Aggiungete le uova, la vaniglia. In un'altra ciotola mescolate gli ingredienti secchi e uniteli al composto con un cucchiaio. Formate delle palline grandi circa come una noce, mettetele su una teglia da forno foderata con carta forno e con i rebbi di una forchetta schiacciatele delicatamente lasciando i segni prima in un senso e poi nell'altro così da formare il caratteristico disegno di questi biscotti. Cuocete in forno a 175° per 9-10 minuti o fino a che cominceranno a dorare. Fateli raffreddare su una griglia.
Condividi questa Ricetta

Sono biscotti ricchi, con un deciso gusto di arachidi ma devo ammetterlo, mi sono dovuta trattenere per non mangiarli tutti, sono friabili e molto buoni.

 

Pollo speziato all’arancia

Ebbene si, lo dico, io amo l’agrodolce, i gusti mischiati, il dolce con il salato, la carne con le marmellate e i chutney.

Adoro l’accostamento del maiale con la salsa di mele e di prugne, della selvaggina con i frutti rossi o le castagne, e del pollo con le arance .

Questa ricetta è la classica da fare la domenica, quando non si ha troppa voglia di stare in cucina, si cucina da sola in forno e in una sola casseruola c’è sia la carne che il contorno.

Io come al solito ho usato la mia casseruola di ghisa di Le Creuset, ottima sia per la rosolatura sul fuoco che per la cottura in forno.

Print Recipe
Pollo speziato all'arancia
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 90 minuti
Tempo Passivo 8-12 ore per la marinatura
Porzioni
porzioni grandi
Ingredienti
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 90 minuti
Tempo Passivo 8-12 ore per la marinatura
Porzioni
porzioni grandi
Ingredienti
Istruzioni
Marinatura
  1. Per la marinatura mettete il pollo in un sacchetto da freezer ed aggiungete tutti gli ingredienti per la marinatura, chiudete il sacchetto e massaggiate bene il pollo, poi mettetelo in frigorifero per tutta la notte . Se avete la macchina per il sottovuoto è ancora meglio, sigillate il pollo con la marinata e mettete sotto vuoto, si insaporirà ancora meglio.
Glassa
  1. Per la glassa mettere tutti gli ingredienti in un pentolino e portare a bollore a fuoco vivo, poi abbassare il fuoco e continuare finchè si sarà ridotta della metà .
Cottura
  1. Nella pentola di ghisa , io uso una casseruola di Le Creuset che trovo ottima per la cottura sia sul fuoco che in forno, mettete 2 cucchiai di olio, sgocciolate il pollo dalla marinatura, mescolate le spezie, il sale, il pepe e un po' di rosmarino tritato fine e massaggiate bene il pollo con questo composto, mettetene anche all'interno del pollo insieme a 1 arancia tagliata a quarti e appoggiatelo nella casseruola, fatelo rosolare a fuoco vivo bene su tutti i lati, quindi a lato del pollo mettete, le patate tagliate a metà ma con la buccia ( ben lavata), le carote a fette grosse, l'altra arancia a quarti, ancora del rosmarino. Spennellate il pollo con la glassa e poi mettete quella rimasta nella casseruola. Passate la casseruola in forno ( senza coperchio) a 220° per 15 minuti, poi abbassate a 190° mettete il coperchio e continuate la cottura per altri 50- 60 minuti, a seconda della grossezza del pollo , se avete un termometro da carne la temperatura del petto dovrà raggiungere i 74° . Se volete un pollo più croccante togliete il coperchio dopo 45 minuti . Spennellate il pollo con la glassa della pentola ogni 15 minuti circa per tenerlo morbido. Una volta cotto toglietelo dal forno ma fatelo riposare 15 minuti prima di servirlo, rimarrà più morbido e succoso.
Condividi questa Ricetta
 

La salsa che si creerà sarà dolce e speziata ma con una punta di acido dell’arancia .

In collaborazione con

Butterscotch biscuits

Ormai ho contagiato Giulia nella mia passione per il cibo, i libri di cucina e gli attrezzi così tanto che anche quando va in vacanza cerca sempre qualcosa di carino per me, da Londra mi ha portato una serie di cosine per i dolci e dei libri carinissimi sulla cucina inglese ma degli anni passati. Ricette della tradizione popolare, quelle che in Inghilterra probbabilmente si tramandano di madre in figlia.

Domenica avevo altri programmi per la giornata ma sono saltati e mi sono ritrovata così la giornata libera ma con un gran raffreddore e allora ci ha pensato lei, la mia Giulia, a fare una bella ricettina per il blog ed eccovela subito qui.

Print Recipe
Butterscotch biscuits
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
biscotti
Ingredienti
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
biscotti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Scaldate il forno a180°. Sciogliere in un pentolino a calore dolce il burro con lo zucchero e la vaniglia. Togliere dal fuoco e far intiepidire. quando si sarà raffreddata aggiungete l'uovo sbattuto e mescolate bene, setacciate la farina e il sale e uniteli al composto. Formate la pasta, sembrerà asciutta ma non aggiungete altro, va bene così, impastate con le mani e stendetela su una superficie infarinata ad uno spessore di 1-1,5 cm e tagliate dei biscotti larghi circa 2 cm . Metteteli su una teglia da forno foderata con carta forno e cuocete per 20 minuti o finchè saranno dorati. Lasciateli intiepidire sulla teglia prima di spostarli.
Recipe Notes

Una volta raffreddati conservateli in una scatola di latta così rimarranno friabili, altrimenti tenderanno ad indurire ( anche se io li mangio anche così intingendoli nel latte ).

Condividi questa Ricetta
 

Dei biscotti semplici ma di quelli che io amo proprio per la loro semplicità. Per colazione, un velo di marmellata li renderà perfetti.

Grazie Giulia per i libri e per aver fatto la ricetta per me.

 

Muffin al cuore di cioccolato

Ecco la mia seconda proposta per Cakes lab, dei muffin al cioccolato, ripieni di una golosa crema di cioccolato, direi un dolce per veri amanti del cioccolato.

La ricetta è contenuta ne ” Il piccolo libro di chocolat il libro che stiamo testando questo mese con le amiche di Cakes lab test and taste.

Print Recipe
Muffin al cuore di cioccolato
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 m
Tempo Passivo 2 ore per raffreddamento
Porzioni
grandi
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 m
Tempo Passivo 2 ore per raffreddamento
Porzioni
grandi
Ingredienti
Istruzioni
  1. Scaldate il forno a 180°. Togliete il burro dal frigo. Amalgamate il cacao con l'acqua calda. Sbattete il burro con lo zucchero finchè non sono cemosi quindi aggiungete le uova e continuate a sbattere . Incorporate la farina e il cacao stemperato e amalgamate tutto. Versate il composto in 6 stampi da muffin grandi e cuocete al centro del forno per 30 minuti. Lasciate raffreddare per 5 minuti , poi toglieteli dallo stampo, metteteli su una griglia e fateli raffreddare. Una volta freddi ritagliate un disco dalla parte superiore della calotta di ogni dolce e tenetelo da parte, scavate delicatamente un pochino il muffin. Preparate il ripieno facendo scaldare a bagnomaria la nutella, poi unite la panna e amalgamate finchè il composto non sarà omogeneo . Versate un paio di cucchiai di crema nell'incavo del muffin e coprite con il disco tenuto da parte. Cospargete con zucchero a velo.
Condividi questa Ricetta

Sono dei muffin e come tutti i muffin semplici e golosi, ma sono fatti con cacao e acqua e questo forse li rende un po’ troppo ” leggeri” poco corposi, per fortuna la crema ridà la giusta carica al sapore.

La ricetta, in alcuni punti, è poco chiara ma si può facilmente intuire come fare.

Il sapore poco marcato del muffin viene comunque salvato dal gusto molto ricco e denso  della crema, per me si merita una bella faccina contenta.

Ricordatevi di partecipare al nostro concorso Crazy taste  questo mese ci sono i biscotti

Le chiacchiere di carnevale della signora Zanzi

Con questo nome mia mamma ha salvato questa ricetta. Su un foglio di un blocchetto per appunti, con le dosi scritte solo in parte perchè una volta si usava così, le dosi erano per la farina, le uova e lo zucchero, poi tutto il resto era”ad occhio” , si sapeva per esperienza impastando quale era la dose giusta di acqua e la consistenza che doveva avere la pasta, quindi anch’io  ho devuto provare la ricetta per capire se andava bene.

Queste chiacchere me le ricordo molto bene, la sig. Zanzi mandava suo marito a portarci grandi vassoi ( e intendo veramente grandi) di chiacchere appena fatte, sottilissime, più sottili di quelle che si trovano in commercio, friabilissime e con lo zucchero semolato, non a velo, sopra e mi ricordo che finivano in pochissime ore, erano troppo buone.

Print Recipe
Chiacchiere della sig. Zanzi
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
Istruzioni
  1. Impastate la farina con lo zucchero, il sale, la scorza grattigiata e le uova, aggiungete poco per volta il vino bianco fino ad ottenere una pasta ben amalgamata ma soda, tipo la pasta all'uovo, se il vino non fosse abbastanza aggiungete 1 cucchiaio di acqua per volta fino alla giusta consistenza . Coprite e fate riposare per 10-15 minuti. Nel frattempo preparate una pentola larga con l'olio a 180° per friggere, un piatto con della carta assorbente e un piatto dove posizionare le chiacchere finite. Tirate la pasta sottile, circa a un paio di millimetri, potete usare il mattarello o la macchina per la pasta ( io uso quella). Con la rotella dentellata ricavate dei rettangoli e fate 2 tagli all'interno del rettangolo senza arrivare ai bordi, seviranno per far arricciare la pasta . Cuocete pochi minuti per lato, la pasta si gonfierà e colorerà in pochi istanti, sgocciolate sulla carta assorbente, poi mettetele su un piatto e cospargetele con lo zucchero che preferite.
Recipe Notes

La manitoba aiuta l'impasto a poter essere steso molto sottile e ad assorbire meno grasso.

Condividi questa Ricetta

Spero che anche a voi possano piacere come piacciono a me, anche se le mie non sono ancora perfette come quelle della sig. Zanzi.

 

Cuore semifreddo alla nocciola

Lo ammetto, sarò contro corrente, ma io non amo le feste obbligate. San Valentino, festa del papà, festa della mamma, non perchè siano commerciali ma perchè si festeggiano persone che andrebbero sempre festeggiate , tutti i giorni.

Non è che il vostro innamorato o innamorata si meritino la vostra attenzione solo 1 giorno all’anno, ma ogni giorno sarebbe bene ricordare perchè amiamo quella persona e cosa ci ha fatto innamorare di lui o di lei.

Ciò non toglie che non si possa comunque festeggiarli, per cui se volete un’idea per San Valentino da poter preparare in anticipo e avere così il tempo per coccolarvi tutto il giorno ecco il mio cuore semifreddo alla nocciola, due cuori in uno, uno di crema semifreddo alla nocciola rivestito da un altro di panna e scaglie di cioccolato e ricoperti da una golosissima glassa a specchio al cioccolato di Faggiotto.

Per farli ho usato gli stampi al silicone di Pavonidea della linea Le torte di Emmanuele , dei bellissimi stampi neri, molto eleganti, e con la possibilità di avere degli altri stampi da inserire in quelli più grandi o da usare singolarmente. Io ho usati i 2 Passion, ovviamente , potendo cosi avere l’inserto a cuore  con la stessa forma del guscio.

Print Recipe
Cuore semifreddo alla nocciola
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Istruzioni
Meringa italiana
  1. Per preparare la meringa italiana mettete in un pentolino l'acqua, 150 g di zucchero e fate uno sciroppo portandolo a 121° . Quando lo sciroppo arriva a 110° cominciate a montare a neve ben ferma gli albumi con 30 g di zucchero. Quando lo sciroppo ha raggiunto i 121° versatelo lentamente sugli albumi sempre montandoli e continuate a montarli fina a quando il composto, raffreddandosi, non arriva a circa 50°. Questa meringa vi servirà per la preparazione dei semifreddi.
Semifreddo alla nocciola
  1. Amalgamate delicatamente la pasta di nocciole con un pochino di panna montata per ammorbidirla, poi con una spatola aggiungete il composto alla meringa italiana sempre mescolando con la spatola, poi per ultimo aggiungete la panna rimasta. Il composto dovrà essere ben amalgamato ma non smontato. Riempite il primo stampo a cuore, quello che andà all'interno del dolce. Mattete nel freezer per almeno 4-6 ore.
semifreddo alla panna
  1. Mescolate delicatamente la panna montata con la meringa italiana e per ultimo aggiungete le scagli di cioccolato che avrete ottenuto tagliando una tavoletta di cioccolato con un pelapatate. Riempite per metà lo stampo più grande, coprite bene anche le pareti aiutandovi con una spatola. Sformate il cuore piccolo dallo stampo e mettetelo nello stampo più grande, pressando delicatamente per posizionarlo nel semifreddo alla panna, riempite eventuali spazi vuoti con altro composto alla panna, Con una spatola livellate bene il semifreddo fino al bordo. Mettete in freezer per altre 4-6 ore o fino al momento di usarlo.
Glassa a specchio al cacao
  1. In un tegame unire acqua, panna liquida, zucchero e cacao. Mescolare bene. Mettere sul fuoco mescolando di tanto in tanto. Immergere i fogli di gelatina in acqua molto fredda in modo da idratarli. Portare la glassa a 103-104° (la glassa arriverà piuttosto velocemente a 100°C ma poi impiegherà diversi minuti prima di arrivare ai 104°C, salira lentamente di temperatura, è normale che sia così, non date la colpa al vostro termometro). Togliere dal fuoco. Quando la glassa raggiungerà i 50-60° unire la gelatina ben strizzata e mescolare bene con un cucchiaio, non si deve incorporare aria altrimenti la glassa avrà le bolle in superficie (per sicurezza io filtro con un colino a maglie strette). Lasciar riposare la glassa, se volete potete metterla in frigo per 24 e scaldarla a bagnomaria o al microonde (senza superare mai i 65°C), e utilizzarla intorno i 36°C.
Glassatura del dolce
  1. Mettete il dolce, sformato, su una griglia posta sopra una teglia foderata con carta forno. Versate la glassa velocemente dal centro verso i bordi in modo che tutto si copra bene. Battete la griglia sul tavolo in modo deciso ma delicato per far scendere l'eccesso di glassa. Aspettare 2 minuti che si stabilizzi poi con una spatola spostate il dolce sul piatto di sevizio o su un portatorte togliendo velocemente le colature laterali. Rimettete in freezer fino al momento di servire. Prima di servire decorate a piacere . Il dolce va tolto 10 minuti prima di essere servito essendo un semifreddo.
Recipe Notes

La glassa sarà abbondante ma sia quella avanzata che quella che potrete recuperare dalla teglia posta sotto il dolce  potrà essere conservata in frigorifero o freezer e riutilizzata scaldandola a bagno maria o micronde  a 50° e usandola a 36°.

Condividi questa Ricetta

Sono perfetti sia per le torte che per i semifreddi o gelati .

Che festeggiate San Valentino o San Faustino, tanti auguri a voi.

In collaborazione con Pavonidea

Quadrati di fudge al cioccolato

Non so se conoscete già il fudge, è un dolce molto particolare. Va tenuto in frigorifero ma non indurisce completamente, la sua consistenza è quella di una crema molto densa. Può essere mangiato a quadrotti come un cioccolatino o se volete lo potete far scaldare e servire come salsa su un gelato o un dolce. Potrebbe essere perfetto per San Valentino, da tenere pronto in frigo per ogni esigenza.

La sua realizzazione è molto semplice e veloce, ma attenzione, nella ricetta l’autrice parla solo di latte condensato senza specificare se zuccherato o no.  Con il latte condensato non zuccherato non verrà, rimarrà molle perchè è meno denso del latte condensato zuccherato quindi se lo volete meno dolce dovete cercare il latte evaporato denso o farlo addensare voi prima di preparare la ricetta, ma a questo punto vi consiglio di usare quello zuccherato e non diventare matti.

Print Recipe
Quadrati di fudge al cioccolato
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
pezzi
Ingredienti
Per finire
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
pezzi
Ingredienti
Per finire
Istruzioni
  1. Foderate con carta forno uno stampo 20 x 20 cm. fate fondere a bagno maria ( o nel micronde) il cioccolato a pezzi. In una casseruola antiaderente fondete il burro, poi aggiungete il latte condensato, quindi il cioccolato fuso e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungete quindi lo zucchero a velo setacciato e mescolate bene. Versate il composto nello stampo e mettete in frigo per almeno 1 ora. Togliete dal frigo, tagliatelo a cubetti e cospargetelo con del cacao setacciato.
Recipe Notes

Se volete potete usarlo anche caldo come guarnizione di un gelato.

Condividi questa Ricetta

Il dolce è molto buono, un pochino troppo dolce per i miei gusti, ma potete diminuire un pochino la dose di zucchero a velo se preferite.

La ricetta direi che è buona ma va precisato il tipo di latte condensato usato.

Quindi alla prima ricetta del nuovo libro per Cakes lab  ” Il piccolo libro di Chocolat”  do una bella faccina contenta. 

Ricordatevi di giocare al nostro Crazy taste 

Tortelli di carnevale di Terry

Sono anni che mi ripropongo di fare tortelli e chiacchere per carnevale, poi, vuoi la pigrizia, vuoi la dieta, vuoi l’odore di fritto, mi fanno desistere. Quest’anno però per colpa della mia amica Terry del blog I pasticci di Terry ho già fatto i tortelli .

Terry aveva pubblicato la ricetta ( la trovate qui ) lo scorso anno e già l’avevo salvata, quest’anno l’ho rivista e non ho aspettato, li ho fatti subito . Per fortuna che ne ho assaggiato qualcuno mentre li facevo perchè tempo 30 minuti mio marito li aveva già finiti tutti !

Sono soffici, morbidi, molto buoni. sono tortelli alla milanese, senza creme all’interno quindi vi consiglio di aromatizzarli bene, con limone come fa Terry o arancia, vaniglia, insomma il gusto che più vi piace.

Print Recipe
Tortelli di carnevale di Terry
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
Istruzioni
  1. Mettete in una pentola il latte, il burro, lo zucchero, la scorza di limone e il sale. Portate a bollore e appena accenna togliete la pentola dal fuoco e mettere tutta in una volta la farina, mischiata con il lievito. Mescolate con un cucchiaio di legno, rimettete sul fuoco e mescolate fino a quando si forma una palla e l'impasto tende a velare il fondo della pentola. A questo punto mettete la palla di impasto in una larga ciotola e fate intiepidire. Quindi aggiungete le uova, una alla volta, non aggiungendo l’altra prima che non abbia incorporato la precedente. Fate così per tutte le uova e i tuorli, io per pigrizia uso lefuste elettriche alla velocità minima o la planetaria. L’impasto deve essere morbido ma che non cada dal cucchiaio. Mettere l’olio sul fuoco e scaldate, fino a circa 170°. Usando due cucchiaini mettere mezzo cucchiaino alla volta dentro l’olio. Il composto andrà sul fondo ma verrà subito a galla, entro pochi secondi, se l’olio è a temperatura giusta. friggete pochi tortelli alla volta. Si gireranno da soli, aiutateli magari con una schiumarola, dovranno dorarsi piano, ma non scurirsi troppo velocemente altrimenti vuol dire che l’olio è troppo caldo e restano crudi dentro. Scolateli su foglio assorbente e poi passateli subito nello zucchero semolato, rotolandoli uno a uno.
Condividi questa Ricetta

Mi racconmando per il fritto : olio di arachidi, temperatura di 170° massimo 180°, palline grandi poco più di mezzo cucchiaino e zucchero subito appena scolati, altrimenti non si attacca.

…e che il carnevale abbia inizio, chissà mai che riesca anche a fare le chiacchere quest’anno.

Biscotti con schegge di cioccolato per Crazy taste

Febbraio, il mese di San Valentino, dell’amore , del cioccolato e potevamo noi di Cakes lab perdere l’occasione per provare le ricette di un libro tratto da uno dei film più romantici e passionali degli ultimi anni?  Chi non conosce Chocolat , il film con Johnny Depp e Juliette Binoche dove il cioccolato risolve tutti i problemi?

Ok, magari non proprio tutti ma almeno li allevia.

Il libro si chiama proprio “ Il piccolo libro di  Chocolat ” scritto da Joanne Harry ( autrice del romanzo ) e Fran Warde.

Tante ricette, tutte rigorosamente con il cioccolato, uno spunto anche per voi per San Valentino o per una colazione speciale.

Come ricetta per il Crazy taste abbiamo scelto dei biscotti, semplici, in cui potrete variare la farina, le spezie e la frutta, ma come al solito per il regolamento completo vi rimando alla pagina ufficiale di Cakes Lab .

Io ho aggiunto delle ciliegie disidratate, non candite, che danno un tocco pungente al dolce del biscotto e il cioccolato l’ho inserito a pezzetti, non a gocce, mi piace che si sentano bene i pezzetti.

Print Recipe
Biscotti con schegge di cioccolato
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
biscotti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
biscotti
Istruzioni
  1. Scaldate il forno a 180° e foderate una teglia con carta forno . Sbattete gli zuccheri con il burro fino ad avere un composto cremoso, con una spatola incorporate il cioccolato, l'avena, le ciliegie, la farina fino ad avere un composto omogeneo. Con le mani fate 15 palline, schiacciatele leggermente, mettetele sulla teglia, e cuocete per 15-20 minuti finchè saranno leggermente dorati. Fateli raffreddare sulla teglia. Potete conservarli in un contenitore di latte a chiusura ermetica per qualche giorno.
Condividi questa Ricetta

Voi stupiteci con i vostri abbinamenti, vi aspettiamo su Cakes lab e su facebook . 

 

Biscottini al parmigiano reggiano

Vi capita mai di aver voglia di qualcosa di salato da sgranocchiare o di  volere qualcosa da accompagnare ad un aperitivo ma non avete nulla in casa ? A me sempre, quindi sto imparando a fare dei biscottini o degli snack veloci e facili da fare, pronti in pochi minuti.

Oggi ho provato a fare dei frollini al parmigiano reggiano, solo 3 ingredienti e fatti e cotti in 30 minuti.

Potete impastarli anche a mano ma se avete un mixer allora il vostro lavoro sarà ancora più semplice.

Print Recipe
Frollini salati al parmigiano reggiano
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
frollini
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
frollini
Istruzioni
  1. Se usate un mixer tritate per primo il parmigiano fine, poi unite il burro ben freddo a pezzetti, il peperoncino e la farina, Impastate bene fino ad ottenere una frolla soda. Se l'impasto fosse troppo asciutto ( dipende dal formaggio) aggiungete 1 cucchiaio o 2 di acqua ghiacciata al composto. Se invece volete impastare a mano mettete tutto in una ciotola e impastate velocemente per non scaldare la pasta. Ora potete formare i biscotti in 2 modi diversi: tagliandoli con un taglia pasta se volete una forma particolare o facendo un rotolo e tagliando delle fette se volete dei semplici dischi. Accendete il forno a 180°. Se volete tagliarli con un tagliapasta stendete l'impasto a 1/2 cm di spessore, copritelo con della pellicola e mettete in frigo a raffreddare mentre il forno si scalderà . Quando il forno sarà a temperatura prendete la pasta già stesa dal frigorifero, ritagliate le forme desiderate e appoggiatele su una teglia con carta forno. Cuocete per 15 minuti o fino ad avere una bella colorazione dorata. Fate raffreddare sulla teglia. Se volete fare più velocemente, formate un cilindro di circa 5 - 6 cm di diametro con la pasta, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo. Quando il forno sarà caldo prendete il rotolo, tagliate delle fette di 1/2 cm di spessore e mettetele su una teglia con carta forno. Cuocete per 15 o fino ad avere un bel colore dorato. Se volete potete cospargere il rotolo con dei semi di sesamo prima di tagliare le fette .
Condividi questa Ricetta

Potete aggiungere all’impasto delle spezie o del prezzemolo o del timo fresco tritato.