Pane alle noci con farina di Kamut e pasta madre

Ormai conoscete il mio amore-odio per
la pasta madre. La trovo favolosa per i dolci ma ho ancora qualche
problema con il pane.  Il mio  problema più grosso è il retrogusto un
pochino acido che lascia e che a me non piace , ma per fortuna
un’amica mi ha suggerito di usare un pizzico di bicarbonato per
toglierlo e funziona veramente , questo pane è venuto soffice , con
una bella crosta croccante e per nulla acido. 
Questo pane non ha nessuna pretesa è un pane semplice, rustico  ma anche molto facile da fare, se siete alle prima armi  con il pane è un pane che da grandi soddisfazioni. 
Servite questo pane con la marmellata o
del buon burro a colazione oppure con dei formaggi erborinati, tipo un
gorgonzola, per finire il pasto .

Per una pagnotta :
200 g farina mista di Kamut
100 g semola
75 g manitoba o farina 0
250 g pasta madre
100 g noci
10 g sale
2/2,5 dl acqua
1 pizzico di bicarbonato.
olio per ungere 
Tagliate la pasta madre a pezzetti ,
mettetela in una ciotola con 2 dl di acqua , stemperatela bene , poi
unite le farine e impastate , unite il bicarbonato, quando avrete
ottenuto un impasto consistente ma non duro , unite il sale , altra
acqua se necessario per ottenere un impasto morbido ma non molle e
per ultime le noci tagliate a pezzi grossi .
Fate una bella palla e mettetela a
lievitare in un contenitore unto con olio d’oliva, coprite con
pellicola e fate lievitare per circa 10 / 12 ore o finchè sarà
raddoppiato ( io ho fatto l’impasto alla sera e fatto lievitare tutta
la notte ) .
Quando sarà raddoppiato , rovesciatelo
su un piano infarinato con farina di semola , sgonfiatelo ,
arrotolatelo fino ad ottenere un filone .
Mettetelo a lievitare in un cestino da
lievitazione o in un canovaccio ben infarinati , poi in un sacchetto
di plastica e lasciate lievitare nuovamente. Sarà pronto quando
premendo con un dito l’impronta sparirà t velocemente .
Scaldate bene il forno a 190° .
Quando il pan sarà pronto mettetelo su
una teglia da forno foderata con carta forno , se l’avete fatto
lievitare in un cestino giratelo delicatamente così che le righe
rimangano sopra , se invece era nel panno giratelo delicatamente su
una mano , poi rigiratelo sulla teglia .
Con un coltello molto affilato o un
taglierino fate dei tagli incrociati in superficie , spolverizzate
ancora con farina di semola e infornate a 190° per 40 minuti circa.
Fate raffreddare su una griglia .
Con questo pane partecipo alla raccolta di Panissimo 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Sara e Laura-PancettaBistrot
    15 febbraio 2015 at 20:33

    La soddisfazione che ti dà il profumo del pane che esce dal tuo forno, beh è da provare! Se poi quando lo tagli caldo, dalle fette intravedi qualche pennellata croccante di noce come nel tuo caso direi che ci si può anche vantare! Il pane è un cibo semplice che si dà un po' per scontato ma quando è il frutto di un proprio impasto se ne assapora tutto l'aroma genuino e meraviglioso! Ci piace proprio!!! Smackkk

  • Reply
    inthemoodforpies
    16 febbraio 2015 at 7:52

    Io sono sempre molto critica verso i miei pani ,ma questo è riuscito veramente bene , oggi devo assolutamente andare a prendere del gorgonzola , ne ho avanzato prorpio un pezzetto per quello ! Grazie ragazze !!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    16 febbraio 2015 at 8:18

    Tu dici "nessuna pretesa", ma questo pane ha un aspetto molto invitante!! Io non riesco ancora a cedere al lievito madre. Lo uso in polvere, completamente naturale, e mi dà molte soddisfazioni. Ma, per il lavoro che c'è dietro, so che può dare grandi soddisfazioni. Vedrai che diventerai la regina del pane ^_^
    Mi piace molto l'aggiunta delle noci. Brava!

  • Reply
    Francesca D'anna
    17 febbraio 2015 at 15:54

    Questo pane sembra proprio ecccezzionale , l'aspetto ricorda le pagnotte di una volta , che anche dopo giorni era buono , non come il pane di oggi che gia' la sera non ha sapore ed è di gomma !

  • Leave a Reply