All Posts By:

Anna Bonera

Azienda agricola Al Berlinghetto

salame al berlinghetto

Lo sapete che sono una gran golosa di salumi. Sarei capace di mangiare un salame intero da sola senza nessun problema, però deve essere uno di quelli buoni e ultimamente  sono stata molto fortunata perchè ho potuto conoscere un’ azienda agricola che produce dei salumi  eccezionali, l’azienda agricola Al Berlinghetto, collocata tra la Franciacorta e la Bassa bresciana, in un posto ideale per poter avere salumi e vini eccellenti.

salame al berlinghetto

L’Azienda Al Berlinghetto è situata in un’accogliente cascina ristrutturata in cui si sviluppa l’intero laboratorio ed il punto vendita, ma c’è anche la possibilità di assaggiare le specialità abbinate ad un buon vino della zona.

L’allevamento degli animali è in loco e  la preparazione di tutti i prodotti avviene rispettando l’antica ricetta norcina bresciana. La fase finale di stagionatura avviene in maniera del tutto naturale nelle vecchie cantine della cascina in cui le condizioni climatiche giocano un ruolo fondamentale permettendo la formazione spontanea di muffe, ed evitando così l’utilizzo di additivi . Ecco perché i salumi li possono mangiare davvero tutti! Sono privi di derivati del latte, glutine e aromi di sintesi.

etichetta salame

Fino ad oggi, per poter gustare questi salumi, bisognava recarsi in azienda per acquistarli, ma oggi viene inaugurato lo shop on line, dove potrete trovare tutti i prodotti dell’azienda. Dai salami crudi a quelli cotti, dal fiocco sgambatino al lardo, per non parlare poi dei salumi da pentola.  I prodotti vengono preparati e spediti in confezioni appositamente studiate per preservarli al meglio. Nei prossimi giorni vi farò vedere cosa ho scelto io, ma già ho adocchiato tanti altri prodotti che voglio assaggiare.

salame tagliato

Io vi consiglio una visita allo shop, ( seguendo questo link arrivate direttamente ) e fatevi ingolosire da queste bontà, poi mi direte se avevo ragione o no.

Io intanto ne approfitto e mi mangio una bella fetta .

 

 

Il pan di spagna e la mia naked cake

Oggi si cerca di stupire con torte incredibili, ingredienti impronunciabili e accostamenti azzardati, ma le basi della pasticceria sono poche e quelle saranno sempre. Il pan di spagna è una delle prime cose che si impara in pasticceria. Pochi ingredienti per un dolce versatile, che si adatta a mille combinazioni. Potete usarlo come base per torte di crema, di frutta, come supporto per bavaresi, gelatine o inserti di frutta.

mano su naked cake Continue Reading…

Pollo all’harissa

Che io ami Jamie Oliver è risaputo, quel suo modo disordinato di cucinare mi rispecchia molto. Amo i piatti unici, i piatti che si preparano in una sola teglia, meglio ancora se poi si mette tutto in forno e si è liberi fino all’ora di mangiarlo.

Continue Reading…

Al Castello di Sillavengo

Settimana scorsa ho avuto il piacere di andare a visitare il Castello di Sillavengo, una struttura immersa tra le risaie e i borghi del novarese.

Anche se può , in effetti , sembrare un castello, la dimora è una storica villa padronale costruita tra il XVI e il XVII secolo di proprietà dalla famiglia Caccia e oggi riportata al suo splendore da Sabrina Vittore e Antonio Pappalardo, i nuovi propietari.

Sabrina e Antonio hanno molto a cuore il benessere e il confort dei loro ospiti e questo si capisce dalla cura che hanno dei propri ospiti .

 

Il Castello ha 12 camere e una suite , tutte accuratamente arredate. Le camere danno sulla piscina o sull’orto interno, ricco di verdure ed erbe aromatiche che vengono usate nella cucina del ristorante Q33  dallo chef Maurizio D’Andretta.

Le camere sono dotate di tutti i comfort moderni, in più è presente un locale fitness per chi non rinuncia all’attività fisica, una suite spa privata per chi invece preferisce un buon massaggio o un trattamento corpo e l’antica grotta del ghiaccio, una volta deposito degli alimenti, oggi area wellness con bagno turco e doccia cromatica che affaccia sulla piscina esterna per un pomeriggio di vero relax.

Il Castello è situato in una posizione strategica a metà strada tra Milano e Torino, vicinissimo all’uscita autostradale per Vicolungo, il famoso outlet, e a pochi chilometri dall’areoporto di Malpensa. Ottima base anche per visitare il Lago Maggiore.

La cura dei particolari fa si che Al Castello sia la cornice ideale per festeggiare il grande giorno o celebrare una ricorrenza particolare.  Se poi avete in mente una cerimonia civile sappiate che , Al Castello, è possibile celebrarlo ufficialmente alla presenza del sindaco.

 

Potrete scegliere se usare le ampie sale interne o il bellissimo patio esterno.

 

 

 

Al Castello è possibile anche organizzare meeting aziendali, la sala incontri , diponibile per 70 persone , è dotata di proiettore,schermo,  microfoni, wifi e tutto quello che serve.

Un’occhio di riguardo viene anche messo nel ristorante del Castello, il Q33, dove lo chef Maurizio D’Andretta studia e prepara piatti che, sfruttando prodotti del territorio, esalta la cucina tradizionale ma con innovazione.

Dopo un aperitivo servito nell’orto delle erbe aromatiche ci siamo spostati nella sale del ristorate Q33, dove uno splendido camino ricordava la storia del Castello e qui abbiamo potuto gustare un pranzo stupendo .

Un entrè di pesce in carpione con crostini affumicati

Un risotto al gorgonzola ( siamo nella zona delle risaie novaresi )

Il Tapulone, una rivisitazione del classico stufato di asino, tipico della zona

Per concludere un dessert con latte in piedi, crema di frutto della passione e piselli .

Per concludere la giornata il caffè ci è stato servito nel patio esterno con un assortimento di petit four spettacolari (il mio preferito è stata la piccola mousse al cioccolato ).

Se avete in mente un weekend rilassante, magari con un salto a Vicolungo o dovete festeggiare una ricorrenza particolare vi consiglio di tener presente questo posto incantevole, non ve ne pentirete.

 

 

Biscotti da inzuppo di Pellegrino Artusi

Artusi è un mito della cucina italiana, nato nel 1820, la sua cucina e il suo libro La scienza in cucina e l’arte del mangiar bene ancora oggi sono pieni di idee innovative e scritti in un modo veramente particolare. Se non vi è mai capitato di leggerne uno fatelo, potete trovarne anche gratis online o per pochi centesimi su amazon. Le ricette sono numerate e questa dei biscotti è la n. 572 .

Continue Reading…