Browsing Tag:

Panna

Il mio piccolo montblanc

montblanc

Quest’anno la mia pianta di castagne, complice il clima, penso, mi sta regalando tantissime belle castagne. Ho già cominciato a fare i marron glacè, poi ho voluto provare a metterne alcuni sotto vetro,  canditi con lo sciroppo  ( vi dirò come sono venuti ) , altri congelati pronti per i prossimi mesi ma ne ho ancora parecchi.

Riccio

Domenica allora ho voluto provare a fare il Montblanc, un dolce ormai quasi scomparso nella sua ricetta originale. Lo si trova fatto con i marron glacè o varianti più sbrigative, ma io ho voluto provare a farlo seguendo una vecchia ricetta.

La parte noiosa di tutte le preparazioni con le castagne è doverle pelare, ma in questo caso non bisogna stare attenti a non romperle, quindi è tutto più facile.

Cesto castagne

La ricetta originale prevede l’uso delle meringhe per decorazione ma io ho voluto usarle per una base, così da poter fare delle monoporzioni che sono decisamente più carine da servire visto che questo dolce è da servire con un cucchiaio e inevitabilmente si disferà.

La decorazione finale potrà essere fatta con un marron glacè o con un bel ciuffo di panna montata leggermente zuccherata.

montblanc mg

montblanc
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Dolce alcucchiaio
Porzioni: 6-8
Ingredienti
  • 800 g castagne sbucciate secondo le spiegazioni della ricetta
  • 500 g latte intero
  • 80 g zucchero
  • 1 bacca di vaniglia o 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • Opzionali :
  • 1 cucchiaino di cacao
  • ½ bicchierino di rum
  • Per decorare :
  • 200 ml panna montata
  • meringhe
Spiegazione
  1. Per pelare le castagne facilmente incidetele poi mettetele a bollire in acqua leggermente salata per 10 minuti, poi prendetene 3-4 per volta , lasciando le altre nell'acqua calda e pelatele.
  2. Quando le avrete pulite tutte mettetele in una pentola con il latte , lo zucchero, la stecca di vaniglia o l'estratto.
  3. Cuocetele per circa 30-40 minuti mescolando ogni tanto , finchè saranno morbide.
  4. Passatele ora al passaverdura fine o con un mixer ad immersione .
  5. Aggiungete a vostro gusto il cacao e il liquore. Io ho aggiunto solo 3 cucchiai di liquore al cioccolato.
  6. Fate raffreddare .
  7. Per comporre il dolce mettete l'impasto in una siringa per dolci con la bocchetta con i buchi tipo spaghetti. Fate scendere i vermicelli su un piatto da portata o sulla base di meringa come ho fatto io. Decorate con panna montata e meringhe.

 

montblanc panna

 

 

Gelato veloce alla pesca

Ci siamo!  Anche qui da me è arrivato il caldo !  Quel caldo che ti toglie la voglia di mangiare e ti fa venir voglia solo di cose fresche e fredde. Che ti fa venir voglia di mangiare frutta fresca, che io regolarmente compro e in meno di 4 giorni si trasforma in qualcosa di iper-maturo e che nessuno vuole più mangiare. Per risolvere 2 problemi o se preferite per prendere 2 piccioni con 1 fava ho deciso di fare dei mini gelati alla frutta. Continue Reading…

Cuore semifreddo alla nocciola

Lo ammetto, sarò contro corrente, ma io non amo le feste obbligate. San Valentino, festa del papà, festa della mamma, non perchè siano commerciali ma perchè si festeggiano persone che andrebbero sempre festeggiate , tutti i giorni.

Non è che il vostro innamorato o innamorata si meritino la vostra attenzione solo 1 giorno all’anno, ma ogni giorno sarebbe bene ricordare perchè amiamo quella persona e cosa ci ha fatto innamorare di lui o di lei.

Ciò non toglie che non si possa comunque festeggiarli, per cui se volete un’idea per San Valentino da poter preparare in anticipo e avere così il tempo per coccolarvi tutto il giorno ecco il mio cuore semifreddo alla nocciola, due cuori in uno, uno di crema semifreddo alla nocciola rivestito da un altro di panna e scaglie di cioccolato e ricoperti da una golosissima glassa a specchio al cioccolato di Faggiotto.

Per farli ho usato gli stampi al silicone di Pavonidea della linea Le torte di Emmanuele , dei bellissimi stampi neri, molto eleganti, e con la possibilità di avere degli altri stampi da inserire in quelli più grandi o da usare singolarmente. Io ho usati i 2 Passion, ovviamente , potendo cosi avere l’inserto a cuore  con la stessa forma del guscio.

Print Recipe
Cuore semifreddo alla nocciola
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Istruzioni
Meringa italiana
  1. Per preparare la meringa italiana mettete in un pentolino l'acqua, 150 g di zucchero e fate uno sciroppo portandolo a 121° . Quando lo sciroppo arriva a 110° cominciate a montare a neve ben ferma gli albumi con 30 g di zucchero. Quando lo sciroppo ha raggiunto i 121° versatelo lentamente sugli albumi sempre montandoli e continuate a montarli fina a quando il composto, raffreddandosi, non arriva a circa 50°. Questa meringa vi servirà per la preparazione dei semifreddi.
Semifreddo alla nocciola
  1. Amalgamate delicatamente la pasta di nocciole con un pochino di panna montata per ammorbidirla, poi con una spatola aggiungete il composto alla meringa italiana sempre mescolando con la spatola, poi per ultimo aggiungete la panna rimasta. Il composto dovrà essere ben amalgamato ma non smontato. Riempite il primo stampo a cuore, quello che andà all'interno del dolce. Mattete nel freezer per almeno 4-6 ore.
semifreddo alla panna
  1. Mescolate delicatamente la panna montata con la meringa italiana e per ultimo aggiungete le scagli di cioccolato che avrete ottenuto tagliando una tavoletta di cioccolato con un pelapatate. Riempite per metà lo stampo più grande, coprite bene anche le pareti aiutandovi con una spatola. Sformate il cuore piccolo dallo stampo e mettetelo nello stampo più grande, pressando delicatamente per posizionarlo nel semifreddo alla panna, riempite eventuali spazi vuoti con altro composto alla panna, Con una spatola livellate bene il semifreddo fino al bordo. Mettete in freezer per altre 4-6 ore o fino al momento di usarlo.
Glassa a specchio al cacao
  1. In un tegame unire acqua, panna liquida, zucchero e cacao. Mescolare bene. Mettere sul fuoco mescolando di tanto in tanto. Immergere i fogli di gelatina in acqua molto fredda in modo da idratarli. Portare la glassa a 103-104° (la glassa arriverà piuttosto velocemente a 100°C ma poi impiegherà diversi minuti prima di arrivare ai 104°C, salira lentamente di temperatura, è normale che sia così, non date la colpa al vostro termometro). Togliere dal fuoco. Quando la glassa raggiungerà i 50-60° unire la gelatina ben strizzata e mescolare bene con un cucchiaio, non si deve incorporare aria altrimenti la glassa avrà le bolle in superficie (per sicurezza io filtro con un colino a maglie strette). Lasciar riposare la glassa, se volete potete metterla in frigo per 24 e scaldarla a bagnomaria o al microonde (senza superare mai i 65°C), e utilizzarla intorno i 36°C.
Glassatura del dolce
  1. Mettete il dolce, sformato, su una griglia posta sopra una teglia foderata con carta forno. Versate la glassa velocemente dal centro verso i bordi in modo che tutto si copra bene. Battete la griglia sul tavolo in modo deciso ma delicato per far scendere l'eccesso di glassa. Aspettare 2 minuti che si stabilizzi poi con una spatola spostate il dolce sul piatto di sevizio o su un portatorte togliendo velocemente le colature laterali. Rimettete in freezer fino al momento di servire. Prima di servire decorate a piacere . Il dolce va tolto 10 minuti prima di essere servito essendo un semifreddo.
Recipe Notes

La glassa sarà abbondante ma sia quella avanzata che quella che potrete recuperare dalla teglia posta sotto il dolce  potrà essere conservata in frigorifero o freezer e riutilizzata scaldandola a bagno maria o micronde  a 50° e usandola a 36°.

Condividi questa Ricetta

Sono perfetti sia per le torte che per i semifreddi o gelati .

Che festeggiate San Valentino o San Faustino, tanti auguri a voi.

In collaborazione con Pavonidea

Crema di patate in cocotte

Per fortuna ( o sfortuna, dipende) qui da me l’autunno è arrivato in grande stile, giornate freddine, piovigginose e anche un po’ di nebbia, quindi a casa mia è cominciata la stagione delle zuppe serali. Partiamo con la più classica, la crema di patate, pochissimi ingredienti, mezz’ora di tempo e la cena è pronta. Preparare creme e vellutate è veramente un gioco da ragazzi, un buon brodo di verdura, una verdura base, qualche spezia  e poco altro.

crema-di-patate-oriz-1

Minestre, zuppe, passati e creme la faranno da padroni sulla nostra tavola per cena. Visto che i passati e le creme,  diciamocelo, hanno sempre un’aria un po’ triste , io cerco di renderli piacevoli con qualche piccolo accorgimento. La prima cosa è la scelta del piatto, in questo caso ho scelto delle cocottine di Le Creuset, le trovo così carine e poi il rosso rende tutto subito più allegro, poi un cucchiaio di panna leggermente montata, qualche noce e un po’ di erba cipollina, oltre a renderle più gustose,  danno un aspetto molto più invitante  a questa semplice crema, non trovate?

Print Recipe
Crema di patate
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Taglaite la cipolla a pezzetti, fatela soffriggere nel burro e quando sarà leggermente colorita unite le patate pelate e a pezzi. Fate insaporire le patate poi aggiungete iul brodo caldo e fate cuocere per 30 minuti o finchè le patate saranno ben cotte. Frullate con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema, aggiungete 100 ml di panna liquida, regolate di sale , pepe e noce moscata secondo il vostro gusto. Montate leggermente la restante panna, tritate qualche gheriglio di noce e tagliate degli steli di erba cipollina a pezzetti, quindi versate la crema nelle cocotte, guarnite con 1 cucchiaio di panna, un po' di noci e l'erba cipollina. Servite subito.
Condividi questa Ricetta

crema-di-patate-1

E’ una ricetta molto semplice e veloce, che potrete personalizzare secondo i vostri gusti aggiungendo una spezia o un trito di erbe aromatiche.

crema-di-patate-pp-1

 

La pasta al fumè è marchigiana ?

Stavo pensando a quale sugo fare per un contest sulla reinterpretazione dei sughi regionali e visto che questa settimana la tappa è nelle Marche e alcune amiche su facebook discutevano della pasta al fumè, se fosse o no un piatto della tradizione marchigiana ecco che ne ho approfittato e ho provato a farne una mia versione.

paccheri forchetta-1

Alla fine la decisione è stata per un si, lo è, quindi il mio piatto per le Marche sarà la pasta al sugo fumè, molto anni ’80 forse, ma molto gustosa.

Solo 3 ingredienti, quindi mi raccomando servirà un’ottima pancetta affumicata e della passata di pomodoro eccellente oltre ad un’eccellente pasta .

paccheri fumè pp-1

Pasta al fumè
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Primo piatto
Cuisine: italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • per 4 persone:
  • 400 g Paccheri
  • 250 g pancetta affumicata
  • 400 g passat di pomodoro
  • 3-4 cucchiai di panna fresca
  • sale, pepe,olio
  • Parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 pizzico di paprika affumicata (facoltativo)
Spiegazione
  1. Tritate la pancetta e fatela rosolare in una grande padella in poco olio finchè sarà dorata ma non abbrustolita, aggiungete ora la passata di pomodoro e fate cuocere a fuoco basso per 30 minuti.
  2. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
  3. Quando il sugo si sarà addensato, aggiungete 3-4 cucchiai di panna a vostro gusto , regolate di sale e pepe ora, visto che la pancetta essendo già saporita cuocendo avrà rilasciato il suo sale.
  4. Per rinforzare il sapore affumicato, ho aggiunto 1 pizzico di paprika affumicata.
  5. Scolate la pasta e versatela nella padella del sugo, fate saltare 1 minuto la pasta delicatamente e servite calda con una bella spolverata di parmigiano reggiano.

paccheri pp-1

A volte le mode ci fanno abbandonare delle ricette che sono gustosissime. Questa ricetta, per il solo fatto di contenere la panna e il sugo è stata un po’ abbandonata a favore di ricette più light , ma ogni tanto tornare alle tradizioni fa bene al cuore e al gusto.

paccheri fumè-1

 

Meringue cake ai frutti di bosco

Oggi avrei dovuto pubblicare la seconda ricetta per Cakes lab scelta dal libro Dolci naturali di Amber Rose, la pavlova di frutti di bosco a strati,  dico avrei dovuto perchè ho fatto la ricetta seguendo le indicazioni del libro ed è stato un disastro, dosi sbagliatissime, troppo poco zucchero, troppi albumi per fare solo 3 dischi, temperature troppo elevate, insomma questa ricetta non merita neppure di essere mostrata,quindi cancellate le ricette delle meringhe da questo libro, purtroppo l’autrice in questo settore ha sbagliato proprio.

Però ormai avevo voglia di meringhe e frutti di bosco, quindi vi do la mia ricetta per la meringue cake cotta in un modo molto alternativo, nell’essicatore.Di solito l’essicatore si usa per disidratare frutta e verdura, questa volta invece ci faccio un dolce.   Questa scoperta la devo a Francesca, stupenda cuoca della Taverna dei Fieschi di Torriglia, è da lei che ho scoperto questo trucco e le meringhe vengono stupende.

meringue cake primo piano-1

5.0 from 1 reviews
Meringue cake ai frutti di bosco a strati
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Dolce
Cuisine: internazionale
Porzioni: 8-10
Ingredienti
  • Per 3 dischi di meringa:
  • 200 g albumi
  • 200 g zucchero semolato fine
  • 200 g zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di amido di mais
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia facoltativo
  • Per finire:
  • 500 g panna fresca montata
  • 500 g frutti di bosco misti
Spiegazione
  1. Mescolate i 2 tipi di zuccheri insieme.
  2. Montate i bianchi con una frusta elettrica, aggiugete poco per volta metà degli zuccheri sempre mentre montate i bianchi d'uovo.
  3. Quando saranno ben montati aggiugete l'aceto, la vaniglia e l'amido.
  4. Fermate la frusta elettrica e a mano aggiungete il resto dello zucchero con una spatola.
  5. Su della carta forno disegnate 3 dischi, uno da 24, uno da 18 e uno da 10 cm, dividete il composto di meringa sui 3 dischi e mettete nell'essicatore a 60° per 4 ore, poi controllate e se la superficie è ben asciutta, girate con delicatezza i dischi, togliete la carta forno e cuocete ancora per 1 ora.
  6. Se invece li mettete in forno tenete il forno a 110° con una fessura nello sportello ( mettete un turacciolo o una pallina di carta stagnola per tenere aperto lo sportello) e cuocete per 1- 2 ore.
  7. Quando i dischi saranno pronti fateli raffreddare per 1 ora poi decorateli con la panna montata e i frutti di bosco su ogni strato .

Le meringhe non vanno cotte ma vanno fatte asciugare, quindi o le mettete in forno ad una temperatura bassissima o come me sfruttate l’essicatore e fate delle meringhe perfette, bianchissime e asciutte.

meringue cake-1

Una semplice meringa vi può anche risolvere il problema dolce in modo molto elegante, i dischi di meringa possono essere conservati più giorni in una scatola di latta ben chiusa e farciti con panna e frutta al momento opportuno.

meringue cake frutti bosco-1Potete anche addolcire i frutti di bosco con una spolverata di zucchero a velo, ma non  troppo, come fa mia figlia.

Waffle !!

waffle -1

Già prima della mia vacanza negli States i  waffles li adoravo, lì poi ho avuto modo di mangiarne diversi tipi e di vederne ancora di più. Con gli abbinamenti più tradizionali o più strani ( il bacon al maple syrup mi attira tantissimo). Vengono usati molto nei buffet della colazione, in un hotel vicino a Las Vegas c’era una ragazza addetta proprio ai waffle, fatti al momento e con una varietà di accompagnamenti incredibile , mentre in quello sulla Route 66, la piastra e la pastella erano a disposizione dei clienti,nel buffet, lasciando ad ognuno l’ingrato compito di cuocerseli. Ottimi anche per un brunch proprio per la loro versatilità. ( A me piacciono anche con uova strapazzate e pancetta arrostita ).

La base dei waffle è abbastanza neutra, appena una punta di zucchero per colorirli ma non abbastanza per renderli dolci, giusti per accoppiarsi sia con farciture di frutta o marmellate , sia con formaggi e carni.

waffle lisci-1

Come ricetta oggi vi suggerisco la ricetta base, la più semplice anche da fare.

5.0 from 1 reviews
Waffle !!
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Delicati waffle, morbidi all'interno e croccanti all'esterno. Ottimi per essere accompagnati da farciture sia dolci che salate.
Author:
Recipe type: Dolce
Cuisine: Internazionale
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 2 uova intere
  • 310 g farina 00
  • 350 g latte
  • 85 g olio di semi
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 14 g lievito per dolci ( 1 bustina)
  • 1 pizzico di sale
  • ½ cucchiaino di estratto di vaniglia
Spiegazione
  1. In una grande ciotola sbattete con una frusta le uova, la farina,il lievito, il latte, l'olio, lo zucchero, il sale e l'estratto di vaniglia.
  2. mescolate bene fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi.
  3. Scaldate bene la piastra per wafffle ( se ne trovano di ottime anche a meno di 50 euro), ungetela e mettete tanta pastella quanta ne occorre per riempire la base, chiudete bene lo stampo e cuocete per 4-5 minuti. Controllate la cottura, ogni macchina è differente, dovranno essere ben dorati.
  4. Servire caldi con sciroppo d'acero, marmellata crema alla nocciola, frutta o tutto quello che vi viene in mente.

Qui potete vedere anche un breve video della ricetta

Con questa dose nella mia macchina per i waffle ne vengono 4 grandi.

waffle ciocco-1

Sulla decorazione oggi abbiamo fatto un mix di gusti famigliari,( intesi come giusti della mia famiglia) banana, panna montata zuccherata e una doccia di cioccolato fondente fuso.

Tortine foresta nera

black forest muffins-1

Che a me piaccia il cioccolato non è una novità, quindi non stupitevi se spesso le mie ricette hanno del cioccolato al loro interno ma se riesco metto sia cioccolato che cacao per rafforzarne il gusto.

Queste  tortine sono proprio di quel tipo,  potrebbero essere confuse con i muffin, ma la loro consistenza è decisamente diversa, sono poco soffici ma molto umide e morbide.  Io le trovo perfette per un tè.

black forest muffin sciroppo-1

Al loro interno poi c’è la scoperta delle amarene succose e della panna  che ritroverete nella copertura.

5.0 from 1 reviews
Tortine foresta nera
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Gustose tortine al cioccolato con ripieno di amarene e panna montata
Author:
Recipe type: dolce
Cuisine: internazionale
Porzioni: 6
Ingredienti
  • 60 g cioccolato fondente tritato
  • 25 g cacao amaro
  • 130 g acqua calda
  • 85 g farina 00
  • 115 g zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 2 g lievito per dolci (1/2 cucchiaino)
  • 50 g olio di mais ( o semi a vostra scelta)
  • 2 uova piccole
  • 1½ cucchiaini di aceto di riso ( o di vino bianco)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Per decorare :
  • 12-18 amarene sciroppate
  • 200 ml panna montata zuccherata
  • scagliette di cioccolato
Spiegazione
  1. In una ciotola mettere il cioccolato tritato , il cacao e l'acqua calda, mescolate fino a sciogliere il cioccolato, quindi mettere a raffreddare.
  2. In una seconda ciotola mescolare la farina con lo zucchero, il sale e il lievito.
  3. A parte mescolate i liquidi, quindi l'olio, le uova, l'aceto e la vaniglia.
  4. Mescolate il cioccolato raffreddato col la miscela dei liquidi, poi con quella della farina.
  5. Riemire 6 stampi e cuocere a 180° per 20-25 minuti. Per controllare la cottura fate la prova stecchino.
  6. Fatli raffreddare su una griglia, quindi con un coltello scavate la parte centrale della tortina e riempitela di amarene tritate, 2 cucchiai di sciroppo di amarena e panna montata. Poi con altra panna montata decorate la superficie, mettete un'amarena al centro e spolverate con scagliette di cioccolato.

black forest muffin stampo pavoni-1

Non volendo usare dei pirottini ho fatto le mie tortine usando lo stampo multiporzione  Pavoni per 6 muffin in silicone 100%.
Questi stampi garantiscono la perfetta cottura dei dolci e una gran facilità di estrazione delle tortine.

black forest muffin stampo-1