Tunnel of fudge cake, un dolce da provare

Ogni tanto, cercando ricette al cioccolato, mi imbatto nella Tunnel of fudge cake. Una torta al cioccolato e noci molto conosciuto negli Stati Uniti.

Questa ricetta fu ideata nel 1966 da Miss Ella Rita Helfrich per l’annuale Pillsbury Bake-Off competition.  Miss Ella arrivò seconda, ma il suo dolce ebbe un così grande successo che fece diventare famoso anche lo stampo che usò, il bundt pan della Nordic ware.

tunnel of fudge bundt

Visto che lo stampo era lì nell’armadio che aspettava di essere usato e che i primi freddi chiamano ricette di torte al cioccolato, chi ero io per impedire tutto ciò ? Quindi ecco la tunnel of fudge, un dolce al cioccolato ma che conserva un cuore morbido e cremoso.

Con le dosi originale viene una torta bella grande , quindi fate bene i conti di avere amici a sufficenza per mangiarla tutta . Io ho approfittato del sabato sera e degli amici a cena per prepararla.

Prendetevi del tempo per farla bene, è veloce da preparare ma ha dei tempi di riposo ben precisi che dovete rispettare o rischierete di romperla.

tunnel of fudge glassata

Una semplice glassa al cioccolato completa il dolce.

5.0 from 1 reviews
Tunnel of fudge cake,
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Torta
Cuisine: americana
Porzioni: 12
Ingredienti
  • 350 g zucchero semolato
  • 400 g burro morbido
  • 6 uova
  • 250 g zucchero a velo
  • 300 g farina 00 o 0
  • 90 g cacao amaro
  • 200 g noci o noci pecan tritate
  • Per la glassa:
  • 30 g cacao
  • 90 g zucchero velo
  • 2-6 cucchiai di latte
Spiegazione
  1. Con delle fruste elettriche o in una planetaria montate il burro morbido con lo zucchero semolato finchè il composto sarà soffice e chiaro, poi unite le uova, una per volta. Aggiungete poi lo zucchero velo.
  2. Con una spatola unite poi a mano, delicatamente, la farina e il cacao setacciati e le noci tritate.
  3. Mescolate bene tutto senza smontare il composto e versatelo nello stampo ben unto e infarinato.
  4. Cuocete a 175° per 45 minuti ( miss Ella diceva da 58 a 62 minuti , ma per il mio forno sono bastati 45 min) .
  5. Togliete dal forno e lasciate raffreddare per 1ore e 30 min almeno, poi giratela sul piatto di servizio e fate raffreddare ancora per un paio d'ore.
  6. Mettete la glassa mescolando cacao e zucchero e unendo tanto latte quanto ne serve per ottenere una crema, versatela sul dolce facendola colare bene sui lati.

 

Nota : nella ricetta originale vengono usate le noci pecan, ma visto la difficoltà di trovarle qui da noi io ho usato le noci normali.

taglio tunnel of fudge

 

 

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    zucchero farina
    12 novembre 2017 at 22:47

    una delizia per il palato e per gli occhi! hai lo stampo originale? io ce l’ho di un’altra marca e a volte con alcuni impasti mi fa brutti scherzi. un abbraccio

    • Reply
      Anna Bonera
      12 novembre 2017 at 23:32

      Anche il mio è di un’altra marca ma se lo imburri bene e spolveri di farina non dovresti aver problemi. In questa torta importante è anche l’attesa . Il dolce deve essere perfettamente freddo prima di sformarlo.

  • Reply
    Laila
    13 novembre 2017 at 12:19

    Da fare sicuramente… Mi avrebbe fatto piacere vedere la consistenza dell’interno… Potresti aggiungere una foto della fetta tagliata? O inviarmela gentilmente?
    Grazie
    Laila

    • Reply
      Anna Bonera
      13 novembre 2017 at 12:23

      Hai ragione, di solito metto la fetta ma questa torta era per una cena e non volevo portarla già tagliata . Purtroppo ( o forse,per fortuna ) non ne è avanzata x fare la foto . Comunque rimane un bordo di torta soffice con un cuore cremoso.Non liquido come i tortini dal cuore morbido per capirci . Direi più consistenza budino . La rifarò sicuramente è allora aggiungerò la foto della fetta

  • Reply
    saltandoinpadella
    13 novembre 2017 at 16:36

    Vedo che non lesina di burro. ma ogni tanto si può anche fare, bisogna anche godersi questa vita, che è già difficile di suo 😉
    deve essere una cosa oserei dire lussuriosa

    • Reply
      Anna Bonera
      13 novembre 2017 at 16:50

      È vero ma ne escono almeno 12-16 fette quindi alla fine neppure esagerata

    Leave a Reply

    Rate this recipe: